VIAGGI

Austria e Slovenia

Casella di testo: 18 – 29 agosto 2018Casella di testo:   
 
 
 

GIORNO 1. SABATO 18/08/2018: PARTENZA - INNSBRUCK - SALISBURGO
Ritrovo del gruppo a Lissone, partenza in bus GRANTURISMO per Innsbruck.

Pranzo in ristorante a Innsbruck.

Visita guidata della città: l'antico Palazzo Landhaus e il Palazzo del Goldenes Dachl, il "tettuccio d'oro" simbolo della città.
Partenza per Salisburgo. Arrivo in hotel, cena e pernottamento.
 
GIORNO 2. DOMENICA 19/08/2018: SALISBURGO - BERCHTESGADEN - SALISBURGO
Prima colazione in hotel.

Visita guidata di Salisburgo: incantevole città d'arte situata sulle rive del Salzach. Nell'Altstadt, la città vecchia, sono concentrate le ricchezze culturali e architettoniche: il centro religioso formato dalla cattedrale, dalle piazze che la circondano e da una serie di chiese e residenze degli arcivescovi. Il resto della città apparteneva aiI ricchi borghesi: Geitreidegasse, l'alter Markt, il municipio e le alte e semplici case di borghesi (come quella di Mozart).

Pranzo in ristorante a Salisburgo. Dopo il pranzo partenza per Berchtesgaden, dove si visita il Kehlsteinhaus, meglio noto come il Nido dell'Aquila, ex rifugio di Hitler.  Si attraversa il magnifico paesaggio della valle del fiume Königsee e delle Alpi bavaresi fino a raggiungere Obersalzberg, per poi continuare fino alla vetta del Nido dell'Aquila a bordo di un autobus navetta e in ascensore.

Rientro in hotel Salisburgo, cena e pernottamento.
 
 
GIORNO 3. LUNEDI' 20/08/2018: SALISBURGO - SANKT WOLFGANG - BAD ISCHL - LINZ
Prima colazione in hotel.

Partenza per Sankt Wolfgang, sosta nel centro di Sankt Wolfang e passeggiata. Pranzo in ristorante a St Wolfgang si prosegue per Bad Ischl, attraversando la panoramica regione dei laghi salisburghesi.

Partenza per Linz. Arrivo in hotel, cena e pernottamento,passeggiata serale con la guida alla scoperta dell'arte e della storia dell'Alta Austria.



GIORNO 4. MARTEDI' 21/08/2018: LINZ - MAUTHAUSEN - MONASTERO SANKT FLORIAN - LINZ
Prima colazione in hotel.

Partenza per Mauthausen. Visita guidata al campo di concentramento. Era un lager nazista, una fortezza in pietra eretta nel 1938 in cima a una collina sovrastante la piccola cittadina di Mauthausen, nell'allora Gau Oberdonau, ora Alta Austria, situata a circa venticinque chilometri a est di Linz. Considerato impropriamente come semplice campo di lavoro, fu di fatto, fra tutti i campi nazisti, il solo campo di concentramento classificato di "classe 3" (come campo di punizione e di annientamento attraverso il lavoro). Vi si attuò lo sterminio soprattutto attraverso il lavoro forzato nella vicina cava di granito, e la consunzione per denutrizione e stenti, pur essendo presenti anche alcune piccole camere a gas.

Pranzo in ristorante,dopo il pranzo si prosegue per l'abbazia di Sankt Florian. Il più importante monastero dell'Alta Austria è occupato, dall'XI sec., dai benedettini. Gli edifici attuali, in stile barocco, furono ricostruiti fra il 1686 e il 1751 sotto la direzione di Carlo Antonio Carlone, poi di Jakob Prandtauer. Da vedere: la sala dei marmi, la camera imperiale, la pinacoteca e la biblioteca, che con circa 150.000 volumi (di cui due terzi stampati oltre un secolo fa) è fra le biblioteche storiche conventuali più importanti d'Austria. Il pezzo forte della collezione è la bibbia gigante di St. Florian, realizzata probabilmente intorno al 1150. Con le sue dimensioni di 65 x 46 centimetri e tra i volumi manoscritti più grandi d'Austria. La visita all'abbazia di St. Florian è un'esperienza indimenticabile anche dal punto di vista musicale: l'organo di Bruckner conservato nella basilica è il più grande d'Austria, con ben 7.386 canne. Fra i tanti musicisti celebri che hanno suonato sui suoi tasti spiccano i nomi di Anton Bruckner e Franz Schubert.

Rientro in hotel a Linz, cena e pernottamento.
 
GIORNO 5. MERCOLEDI' 22/08/2018: LINZ - STEYR - MELK - KREMS - VIENNA
Prima colazione in hotel.

Partenza per La romantica Steyr, il cui centro conserva un aspetto medievale. Passeggiata nel centro storico. Proseguiamo verso Melk. Pranzo in ristorante a Melk.

Visita guidata dell'abbazia. Dopo la visita, ci imbarchiamo con la guida per la crociera sul Danubio in battello privato, in partenza da Melk, ci conduce fino a Spitz, qui, cambiamo nave e raggiungiamo Krems. Arrivo a Krems e proseguimento del viaggio fino a Vienna.  Arrivo in hotel, cena e pernottamento.

 
GIORNO 6. GIOVEDI' 23/08/2018: VIENNA
Prima colazione in hotel.

Visita panoramica di Vienna: il Ring, la grande arteria lungo la quale sono situati il museo di storia dell'arte, il parlamento, il municipio, l'università, il teatro nazionale; si vedranno poi p.zza S. Carlo, il Musikverein, l'esterno del Belvedere, la Hundertwasserhaus.

Pranzo in ristorante a Vienna,proseguimento della visita del centro città: visita della Chiesa di S. Stefano, la più bella chiesa gotica d'Austria e simbolo di Vienna che con la sua guglia costituisce un punto di riferimento per tutta la città. Proseguimento poi per l'Albertina che è il maggior palazzo asburgico e troneggia su quello che è uno degli ultimi bastioni rimasti di Vienna. Si passerà poi per la chiesa degli Agostiniani, antica chiesa parrocchiale - imperiale, oggi molto stimata per i suoi concerti di musica sacra, si celebrarono nel 1854 le nozze fra l'imperatore Francesco Giuseppe e Sissi.

Rientro in hotel, cena e pernottamento.
 
GIORNO 7. VENERDI' 24/08/2018: VIENNA - MONASTERO DI KLOSTENBURG - VIENNA
Prima colazione in hotel.

Partenza per il monastero di Klostenburg.

Visita del monastero che, oltre a conservare molti tesori d'arte, uno fra tutti l'altare di Verdun, possiede anche la tenuta vinicola più antica dell'Austria. Rientro a Vienna e pranzo in ristorante.
Visita guidata del castello di Schoenbrunn: in origine casa di caccia, divenuto successivamente il più famoso ed il più bello dei palazzi imperiali austriaci, residenza estiva degli Asburgo.
Serata nel romantico quartiere viennese di Grinzing con cena folkloristica in ristorante, bevande incluse e musica.

Il vero fascino di Grinzing sta nei numerosi Heurigen, i locali dove, secondo la tradizione, si beve il vino nuovo della stagione. Una passeggiata in questo villaggio con una visita culinaria in uno di questi locali caratteristici è sempre molto piacevole.
Negli Heurigen vengono serviti esclusivamente vino e bevande analcoliche, insieme a una grande varietà di tradizionali piatti locali, principalmente piatti freddi con formaggi, speck, lardo, affettati, uova e diversi tipi di pane. Negli Heurigen di Grinzing, suonano spesso i cosiddetti Schrammeln, piccoli gruppi di quattro musicisti, di solito con fisarmonica, chitarra e due violini che contribuiscono all'atmosfera unica di questo simpatico paesino.

Rientro a Vienna e pernottamento in hotel.
 
GIORNO 8. SABATO 25/08/2018: VIENNA - MARIAZELL - GRAZ
Prima colazione in hotel.

Partenza per Mariazell e sosta al santuario Mariano per una visita. Situato in una verde conca della Stiria, nel cuore della Mitteleuropa alle estreme propaggini delle Alpi Orientali, questo antico Santuario è il cuore dell’Austria mariana ed una delle più frequentate mete di pellegrinaggio dell’Europa Centrale.   Sotto la "Porta della Pace" della Basilica passano ogni anno, da Pasqua fino ad Ognissanti, più di mezzo milione di pellegrini, per inginocchiarsi davanti all’Altare della Cappella, confessarsi e comunicarsi. Ogni sabato, poi, intorno all’edificio sacro si svolge una suggestiva processione di luci, aperta dai Padri Benedettini, vigili custodi del Santuario fin dal lontano 1157.

Davanti alla prodigiosa immagine, dopo la cacciata dei Turchi, l’imperatore Ferdinando II rinnovò il giuramento, già emesso a Loreto, di restaurare la fede cattolica nel suo Impero. Anche in seguito, i destini dell’Austria, nei momenti critici nazionali, venivano rimessi nelle mani della Madonna ed i pellegrini viennesi, al tempo del Protestantesimo, della guerra del 1673 contro la Francia e in occasione di epidemie, venivano a snodare lunghe processioni – se ne contarono ben 134 nel 1675 e 419 nel 1712 – attorno alla "Cappella delle Grazie", cantando umilmente: "Proteggi, o Maria, il Sacro Romano Impero e tutti i popoli".

Pranzo in ristorante. Dopo il pranzo, partenza per Graz. Arrivo in hotel, cena e pernottamento.

 
GIORNO 9. DOMENICA 26/08/2018: GRAZ - LUBIANA
Prima colazione in hotel.

Visita guidata di Graz: Piazza Hauptplatz, il cinquecentesco Palazzo Landhaus (sede del parlamento regionale) e Uhrturm, la Torre divenuta il simbolo della città.

Pranzo in ristorante a Graz,partenza per Lubiana.

Arrivo in hotel, cena e pernottamento.
 

 GIORNO 10. LUNEDI' 27/08/2018: LUBIANA - BLED - BOHINJ - KRANJ - LUBIANA
Partenza per Bled. Visita guidata della città, una piccola perla che si trova molto vicino all'Austria. Un lago glaciale e un'isola al centro che ospita una chiesa pittoresca. Dal castello di Bled si può vedere bene il lago dall’alto, la vista è fantastica. Come si raggiunge l’isoletta? Gli abitanti del luogo lo fanno con un barchino di legno a remi chiamato Pletna. Per noi turisti escursione in battello sul Lago. Pranzo in ristorante a Bled.

Partenza per Bohinj: un'oasi di pace e tranquillità in tutte le stagioni immersa in un meraviglioso ambiente naturale. il lago di Bohinj dista 30 minuti dal lago di Bled ed è altrettanto bello ma molto più tranquillo. Il lago di Bohinj si trova a 526 m sul livello del mare all’interno del parco nazionale del Triglav.

Partenza per Kranj, paesino immerso nella natura e passeggiata nel centro storico, di cui l'emblema è la Piazza Slovena. Ogni lato di questa piazza si caratterizza perché durante ogni epoca storica è stato costruito un nuovo edificio. Sulla stessa piazza, infatti, sorgono quattro edifici che testimoniano quattro epoche diverse. Non solo Piazza Slovena, tutta Kranj è contraddistinta da un forte contrasto tra antico e moderno, in cui passo dopo passo è possibile rivivere epoche differenti.

Rientro in hotel a Lubiana, cena e pernottamento.
 
GIORNO 11. MARTEDI' 28/08/2018: LUBIANA – PREDJAMA - LUBIANA
Prima colazione in hotel.

Visita guidata di Lubiana che è divisa in cinque zone, le più importanti sono: il centro, che si estende sulla sponda sinistra della Ljubljanica incorporando la zona della collina del castello e la città vecchia; Tabor e Poljane sono le estremità orientali del centro; Bezigrad, il quartiere universitario, si trova verso nord; a sud della zona centrale mantengono il loro antico fascino i quartieri di Krakovo e Trnovo. Il castello di Lubiana si raggiungerà con la funicolare che coniuga la modernità con la tradizionale identità culturale del Castello, è popolare sia tra i visitatori nazionali sia stranieri anche per il suo funzionale e discreto design. Dalla funicolare si gode una vista spettacolare sulla città, ed è un veloce e comodo collegamento con il centro storico. che preserva l’ambiente verde nella zona più ampia del Colle del Castello.

Pranzo in ristorante a Lubiana,partenza per la visita al castello di Predjama, del XVI secolo, costruito in parte all'interno di una grotta. Qui morì di morte naturale la versione slovena di Robin Hood. Rubava ai ricchi che viaggiavano sulla via che univa Vienna a Trieste per dare ai poveri.

Rientro in hotel a Lubiana, cena e pernottamento.
 


GIORNO 12. MERCOLEDI' 29/08/2018: LUBIANA – TRIESTE - LISSONE
Prima colazione in hotel.

Partenza per Trieste, visita orientativa della città: Piazza Unità d'Italia (durante il periodo austriaco era chiamata Piazza Grande in seguito fu nota anche come piazza Francesco Giuseppe) è la piazza principale di Trieste. Di pianta rettangolare, la piazza si apre da un lato sul Golfo di Trieste ed è circondata da numerosi palazzi ed edifici pubblici. Affacciate sulla piazza si trovano le sedi di diversi enti: il municipio di Trieste, il palazzo della Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia e la prefettura del capoluogo. Il Caffè degli Specchi Nato nel 1839 e recentemente rinnovato, fu fondato e gestito dal greco Nicolò Privolo. Rappresenta sicuramente uno dei luoghi simbolo più famosi della città: situato nella centralissima piazza Unità di Italia, è una meta turistica ed anche la occasione di un buon caffè: il caffè è infatti anche uno dei biglietti da visita della città, che si associa molto spesso ai dibattiti culturali che hanno tratto origine proprio da questi locali storici. Il locale si presenta ampio ed elegante, dotato di tavolini all'aperto situati sulla piazza: vale la pena di evidenziare la varietà dei caffè serviti e delle possibili varianti.

Il Castello di Miramare:
Il romantico castello che si affaccia sul mare, ormai simbolo di Trieste, fu una residenza della corte Asburgica: il complesso venne costruito nell'omonimo quartiere di Trieste per volere di Massimiliano d'Asburgo-Lorena, arciduca d'Austria e imperatore del Messico, per farne la propria dimora da condividere con la moglie Carlotta del Belgio. Trieste è il capoluogo della regione Friuli Venezia Giulia, nel nord-est d'Italia. Città di porto, occupa una sottile striscia di terra tra l'Adriatico e il confine sloveno, che corre lungo l'altipiano del Carso, caratterizzato da roccia calcarea. Le influenze italiane, austro-ungariche e slovene sono evidenti in tutta la città, che comprende un centro storico medievale e un quartiere neoclassico di epoca austriaca.

Pranzo in ristorante tipico a Trieste. Dopo il pranzo si riparte per Lissone.
 
 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE € 1860.00 in camera doppia
 
 
LA QUOTA COMPRENDE
  • Trattamento di pensione completa dal primo all'ultimo giorno
  • Assicurazione medico bagaglio
  • Accompagnatore per tutto il viaggio a nostra disposizione dalla partenza al rientro
  • Ingressi dove previsto e guide locali.
     
    LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE NON COMPRENDE:
  • Bevande ed extra di carattere personale
  • Eventuali mance alle guide, autisti ed alberghi
  • Tutto ciò che non espressamente indicato sotto la voce ‘la quota comprende’.
 
 
DOCUMENTI NECESSARI
Carta d'identità valida per espatrio, senza il timbro del rinnovo e tessera sanitaria