Ecco una guida pratica per scoprire il Giappone!

Se sei un aspirante viaggiatore, non farti cogliere impreparato: ascolta i nostri consigli e parti verso il Paese del Sol Levante.

Il Giappone ha sempre avuto un grande fascino sul viaggiatore: arte e cucina sono due dei tanti elementi che attraggono i turisti di tutto il mondo, in quanto atterrare nel Paese del Sol Levante significa essere travolti da un mondo nuovo, complesso, sfaccettato e contraddittorio, con regole e usanze diverse e distanti da quelle occidentali.

Quando visitare il Giappone?
Giappone è sinonimo di ciliegi in fiore, tanto che una delle stagioni migliori per visitare questo territorio è proprio la primavera: per i giapponesi la neve rosa è un evento da festeggiare con feste e picnic sotto gli alberi, anche grazie al clima mite e gradevole, ma è necessario prenotare con anticipo, data l’alta stagione.

Ma ogni periodo dell’anno, in realtà, è in grado di stupire!
    • l’estate coincide con il periodo delle feste e, nonostante il clima caldo, umido e piovoso, le giornate sono più lunghe;
    • in inverno, con un clima secco, iniziano i saldi e le piste sono pronte ad accogliere i turisti;
    • l’autunno, invece, accende il Giappone di colori inaspettati, con un clima temperato e non troppo piovoso.

Gli alloggi nel paese del sol levante
Chi è alla ricerca di esperienze memorabili o stravaganti deve pernottare almeno una volta in uno di questi tre luoghi:
    • Capsule Hotel - scelta più economica in termini di alloggio e inventati in Giappone nel 1979, si tratta di alberghi che offrono blocchi modulari in cui lo spazio è ridotto al minimo: lunghi circa due metri e larghi uno, in questi spazi si può accedere solo seduti o sdraiati;
    • Tempio buddista - soggiornare in un tempio buddista permette di immergersi nell’atmosfera religiosa giapponese, pernottando in uno dei luoghi più affascinanti del Paese;
    • Ryokan - tipici alberghi in stile giapponese nei quali è possibile dormire su un futon, camminare sui tatami, ma anche rilassarsi in una onsen assaggiando la cucina tipica del Sol Levante.

Japan rail pass, autobus o metropolitana?
Se non si vuole utilizzare l’auto, sono tre i metodi principali per sposarsi all’interno di questo territorio:

  •     Japan Rail Pass - abbonamento alla compagnia ferroviaria giapponese dedicato a turisti e/o visitatori temporanei: per usufruire di corse illimitate, dai 7 ai 21 giorni, è necessario recarsi in Giappone con il “Voucher Exchange Order”, obbligatorio per ritirare il pass negli uffici presenti nelle maggiori stazioni ferroviarie del paese;

  •     autobus - prima di scendere vanno inseriti i soldi in un’apposita macchinetta, in quanto in Giappone si paga solo il numero di fermate fatte;

  •     metropolitana - le sue 13 linee colorate toccano ben 247 stazioni.


Quale tip prima di partire
I Wi-Fi gratuiti sono molto rari in Giappone e proprio per questo è consigliabile partire con internet in versione pocket: il Pocket Wi-Fi lo si può noleggiare in Italia, ritirandolo presso l’ufficio postale dell’aeroporto, oppure può essere spedito direttamente all’hotel nel quale si alloggerà.

Per quanto riguarda i pagamenti, il Paese del Sol Levante non è solito utilizzare carte di credito: prima di partire, dunque, è consigliabile assicurarsi che queste siano abilitate ai circuiti internazionali e giapponesi, ma partire con i contanti sembra essere la scelta migliore, dato che molti ristoranti, negozi e templi non accettano carte o bancomat.

I giapponesi sono da sempre un popolo mite e gentile, dunque prepara la valigia e parti a conoscere nuove persone e una nuova cultura!